Leggi tutto l'articolo

eritromicinaè stato scoperto in 1952 da McGuire e dai suoi collaboratori nei prodotti metabolici di Streptomyces erythreus. Questo microrganismo è stato isolato da un campione di suolo prelevato nelle Filippine. La claritromicina e l'azitromicina sono derivati ​​semisintetici dell'eritromicina.

Macrolidi (eritromicina, claritromicina e azitromicina)derivano il loro nome dall'anello di lattone macrociclico con cui è legato almeno un deossisaccaride. La claritromicina differisce dall'eritromicina da un gruppo metilico che sostituisce l'idrogeno per il gruppo ossidrile in posizione 6, e inazitromicinal'anello del lattone contiene un atomo di azoto addizionale con un gruppo metilico attaccato ad esso. A causa di queste differenze strutturali,azitromicina e claritromicinasono più stabili in un ambiente acido, penetrano meglio nei tessuti e hanno uno spettro d'azione più ampio

Meccanismo di azione

azitromicinaI macrolidi sono antibiotici batteriostaticiche sopprimono la sintesi proteica mediante associazione reversibile alla subunità 505 dei ribosomi. I macrolidi agiscono sullo stesso obiettivo del cloramfenicolo, inibendo competitivamente il legame con i ribosomi. Il cambiamento nella subunità 50S dei ribosomi a causa di una mutazione, che interrompe il legame dei macrolidi con il bersaglio, porta allo sviluppo della resistenza ai farmaci. In contrasto con cloramfenicolo, che impedisce la formazione di un legame peptidico, macrolidi agiscono nella fase della traslocazione - trasferimento della molecola peptidil-tRNA nuova sintesi e il segmento aminoacil del ribosoma alla regione peptidil.

I batteri Gram-positivi accumulano quasi 100 volte più eritromicina rispetto ai batteri gram-negativi.

Nel mezzo alcalino, l'attività antimicrobica della preparazione è molto più alta, probabilmente perché in una forma non ionizzata che predomina a pH elevato, penetra molto meglio nelle cellule batteriche.

La resistenza acquisita ai macrolidi è dovuta a tre meccanismi principali:

  • escrezione attiva del farmaco dalla cella (in stafilococchi il vettore è codificata dal gene MRSA, nel gene Streptococcus pyogenes mefA, in Streptococcus pneumoniae - gene MEFE)
  • una diminuzione dell'affinità dei ribosomi al farmaco dovuta alla loro metilazione sotto l'azione di un enzima metiltransferasi indotto o costitutivo (questo enzima è codificato dai geni ermin, erbB e ermin)
  • idrolisi di macrolidi da esterasi di enterobatteri (Barth61dmy et al., 1984).

Il secondo meccanismo, mediato dai geni ermin, determina la stabilità non solo dei macrolidi, ma anche dei lincosamidi e delle streptogramine (fenotipo MLSB). Tutti questi farmaci agiscono sullo stesso bersaglio, la cui metilazione porta alla formazione di resistenza. Esiste un altro meccanismo di resistenza ai macrolidi, trovato in Bacillussubtilis, Campylobacter spp. e cocchi Gram-positivi. È causato da mutazioni cromosomiche che alterano la struttura della proteina della subunità 508 dei ribosomi.

Applicazione di azitromicina

A seconda del patogeno e la gravità dell'infezione, la dose di eritromicina per la somministrazione orale negli adulti è di solito 1-2 g / die in dosi diverse (di solito il farmaco viene assunto ogni 6 h). Anche con una dose di 8 g / die all'interno per i mesi 3, l'eritromicina è ben tollerata. Se possibile, eritromicina ed eritromicina stearato non devono essere assunti immediatamente prima dei pasti e immediatamente dopo (ciò non si applica all'eritromicina estolato e all'eritromicina etil succinato). Nei bambini, l'assunzione giornaliera per somministrazione orale è 30-50 mg / kg in dosi divise 4; con infezioni gravi può essere raddoppiato. L'iniezione intramuscolare non è raccomandata, poiché le iniezioni sono dolorose. I preparati per somministrazione endovenosa (eritromicina glucoeptonato o eritromicina lattobionato) sono utilizzati in infezioni gravi, come il morbo di legionario. La dose abituale è 0.5-1 g IV ogni ora 6. Nel trattamento dell'eritromicina con glucoeptonato alla dose di 1 g EV ogni 6 ore per le settimane 4, non sono stati osservati effetti collaterali significativi, ad eccezione della tromboflebite nel sito di venopuntura.

La claritromicina viene rilasciata sotto forma di compresse, polvere per la preparazione di una sospensione per ingestione e polvere per la preparazione di una soluzione per iniezione. Il farmaco viene solitamente prescritto 2 volte al giorno. Per le infezioni lievi e moderate nei bambini di età superiore a 12 e negli adulti, una singola dose è mg 250. Se l'infezione è grave (ad esempio, polmonite) o causata da un microrganismo per il quale la claritromicina non è molto attiva, una dose singola viene aumentata a 500 mg. Negli studi clinici, ai bambini di età inferiore a 12 sono stati prescritti 7.5 mg / kg 2 volte al giorno. Le compresse a lunga durata d'azione, contenenti 500 mg di claritromicina, prendono 2 pezzi 1 al giorno.

L'azitromicina viene rilasciata sotto forma di compresse, sospensione per l'ingestione e polvere per la preparazione di una soluzione di iniezione. Dentro il farmaco somministrato per 1 un'ora prima dei pasti o 2 ore dopo aver mangiato. Nel trattamento della polmonite acquisita in comunità, faringite, infezioni della pelle e del tessuto sottocutaneo a livello ambulatoriale, una dose saturazione di 500 mg è dato il primo giorno, e una dose di 250 manutenzione mg / die dal giorno 2 al giorno 5. Per il trattamento e la prevenzione delle infezioni, i pazienti con AIDS usano dosi più elevate. Allo stesso tempo, per scopi terapeutici, l'azitromicina è prescritta a una dose di 500 mg / die in combinazione con uno o più altri farmaci. Per la prevenzione primaria di questa infezione, l'azitromicina viene assunta alla dose di 1200 mg I una volta alla settimana. In uretrite non gonococcica non complicata, 1 g di azitromicina viene somministrato una volta. In una dose di 2 g una volta che il farmaco è efficace nella gonorrea, questo naso non è ampiamente usato per questo scopo.

L'azitromicina dei bambini viene prescritta come sospensione per somministrazione orale. Con otite media acuta e polmonite, 10 mg / kg (non più di 500 mg) sono indicati il ​​primo giorno, e 5 mg / kg / giorno (non più di 250 mg / die) per i prossimi giorni 4. Con angina e faringite, l'azitromicina viene assunta alla dose di 12 mg / kg / die (non più di 500 mg / die) per i giorni 5.

Infezioni da micoplasma.Eritromicina (500 mg per via orale 4 volte al giorno) riduce la durata della febbre, e con la polmonite mico-plasma, promuove la più rapida normalizzazione del quadro radiografico (Rasch e Mogabgab, 1965).In caso di intolleranza alla somministrazione orale, l'eritromicina viene somministrata per via endovenosa. Con le infezioni micoplasmatiche, anche altri macrolidi e tetracicline sono efficaci.

Malattia del legionarioL'eritromicina, che in precedenza era il farmaco preferito per la polmonite causata dalla Legionella pneumophila Legionella micdadei e da altri rappresentanti di Legionella spp, è ora sostituita da azitromicina e fluorochinoloni.L'azitromicina è altamente attiva contro la legionella in vitro, si accumula nei tessuti a concentrazioni più elevate di quanto l'eritromicina sia conveniente nell'uso (è prescritta una volta al giorno) ed è meglio tollerata. La dose è 500 mg per via orale o IV per i giorni 10-14.

Effetti collaterali di Azithromycin

L'eritromicina causa raramente gravi effetti collaterali.Le reazioni allergiche comprendono febbre, eosinofilia e rash, che possono essere osservate singolarmente o in combinazione l'una con l'altra. Dopo che il farmaco è stato sospeso, i sintomi scompaiono rapidamente. L'effetto collaterale più grave è l'epatite colestatica. È causato principalmente da estilo eritromicina, molto raramente dosaggio azitromicina-eritromicinaetil succinato o eritromicina stearato. La malattia inizia circa 10-20 giorni dopo l'inizio del trattamento con nausea, vomito e dolore cramping all'addome. Il dolore è spesso lo stesso di quando | colecistite acuta, che può servire da scusa per interventi chirurgici non necessari. Ben presto c'è ittero, a volte accompagnato da febbre, leucocitosi, eosinofilia e aumento dell'attività delle aminotransferasi. Quando vengono rilevate biopsie epatiche, colestasi, infiltrazione periportale da parte dei neutrofili,linfociti ed eosinofilie qualche volta necrosi di epatociti. Manifestazioni di epatite raramente persistono più di alcuni giorni dopo l'interruzione della terapia. Forse l'epatite colestatica si verifica in seguito a una reazione allergica all'estratto di eritromicina. Forse un leggero aumento dell'attività degli enzimi epatici nel siero.

In caso di ingestione, specialmente in dosi elevate, l'eritromicina causa spesso dolore epigastrico, talvolta piuttosto grave. Con l'introduzione IV, sono possibili anche disturbi gastrointestinali - dolore cramping all'addome, nausea, vomito, diarrea. È dimostrato che l'eritromicina aumenta la motilità del tratto gastrointestinale, legandosi ai recettori della motilina. I disturbi gastrointestinali sono dose-dipendenti e sono più comuni nei bambini e nei giovani. Infusione più lunga (entro 1 h) e la prescrizione di glicopirrogenazione del bromuro ammorbidiscono questi sintomi. L'iniezione endovenosa del farmaco a una dose di 1 g, anche se diluita in un grande volume di liquidi, è spesso accompagnata da tromboflebite. Con una introduzione lenta, il rischio di questa complicazione è ridotto.

Risultati visualizzati 3